Red Chestnut, se l’amore diventa simbiosi - Blog solime
1504
post-template-default,single,single-post,postid-1504,single-format-standard,bridge-core-2.1.2,qode-news-2.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-19.9,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.1,vc_responsive

Red Chestnut, se l’amore diventa simbiosi

La dipendenza affettiva è una delle tante facce dell’amore, che però con l’amore non ha più niente in comune. Già perché una delle prime regole di chi si dice innamorato è lasciare l’altro libero, che si tratti di un figlio, una sorella, una compagna, un amico…

Anche se l’eccessivo attaccamento nasce proprio da un forte affetto, in un rapporto fa male a entrambe le persone coinvolte, che si trovano catturate in un nodo da cui è difficile liberarsi, tanto stretto che impedisce il respiro.

Red Chestnut è il fiore che Bach suggerisce per sciogliere i legami così stretti che le due personalità vivono come in simbiosi, incapaci di essere senza l’altro.
Red Chestnut è il fiore dell’ippocastano rosso, un ibrido fra due specie diverse che sono state costrette a diventare un albero solo. Le persone però non vivono bene in un unico tronco perché inevitabilmente diventerà troppo stretto…

Red Chestnut è il fiore per riconquistare il proprio spazio e continuare insieme il cammino: non uno dentro l’altro, ma affiancati.

I fiori di Bach Solimè

La speciale preparazione senza alcool rende i nostri fiori di Bach adatti anche ai bambini e agli animali, mantenendo tutte le proprietà dei fiori di Bach nel rispetto della tradizione.