Il dono della Rosa Canina, la vitamina C - Blog solime
226
post-template-default,single,single-post,postid-226,single-format-standard,bridge-core-2.1.2,qode-news-2.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-19.9,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.1,vc_responsive

Il dono della Rosa Canina, la vitamina C

La Rosa Canina è un arbusto che cresce spontaneo dal mare alla montagna. Preferisce i luoghi selvatici come le siepi, i boschi radi, le radure e i campi abbandonati.

I suoi fiori di color rosa chiaro, hanno grandi petali ma sono poco profumati. Vengono utilizzati per creare Wild Rose, uno dei 38 fiori di Bach.

A partire da Novembre i frutti della Rosa Canina sono pronti per essere raccolti.
La tradizione vuole che i frutti si raccolgano dopo la prima gelata dell’anno. Il gelo li rende morbidi e più facili da lavorare. I cinorrodi possono essere utilizzati per preparare marmellate, liquori o, fatti essicare, tisane e decotti.

Come sempre la natura ci dona quello di cui abbiamo bisogno quando ne abbiamo bisogno.

Rosa Canina vs Arancia:
chi contiene più Vitamina C?

La caratteristica più incredibile della Rosa Canina è il contenuto altissimo di Vitamina C presenti nei suoi falsi frutti, le cinorrodi. 100 grammi di Rosa Canina contengono la stessa quantità di vitamina C di un chilo di arance.

Proprietà della vitamina C

Rinforza il sistema immunitario

Un buon apporto di Vitamina C durante l’autunno e i mesi invernali, ci protegge dai malesseri di stagione perché rafforza il sistema immunitario.

È un potente antiossidante

La Vitamina C o acido ascorbico è uno fra i più potenti antiossidanti presenti in natura. Agisce neutralizzando i radicali liberi che si formano a causa del contatto con agenti inquinanti e sostanze tossiche con cui veniamo in contatto sempre più frequentemente.

Ci ricarica di energia

La vitamina C favorisce l’utilizzo dell’energia da parte delle cellule del nostro organismo. Questo riduce la stanchezza e l’affaticamento che si può provare durante il cambio di stagione o in seguito a stati di debilitazione, cure antibiotiche o patologie.

È emolliente per l’intestino

Le bacche di Rosa Canina contengono anche i tannini. Queste sostanze sono efficaci astringenti intestinali e antinfiammatori, utili in caso di coliti, intestino irritabile o gastroenteriti nell’infanzia.

Come assumere la Rosa Canina?

La rosa canina è un alimento prezioso per la nostra dieta: in casa possiamo preparare delle buonissime marmellate o un liquore delicato dal profumo floreale.
Per l’azione emolliente sul tratto intestinale sono ottime le tisane a base di bacche essiccate.
Se vogliamo assumere la vitamina C al 100% dobbiamo invece ricordare di non scaldare la pianta, perché le vitamine si degradano alle alte temperature. Quindi sono da preferire gli estratti concentrati a freddo e le tinture madri.